Un piccolo estratto dal 2052 di Jorgen Randers, il libro che sto leggendo oggetto del post precedente

“Che cosa accadrebbe sei i servizi forniti dall’ambiente dai quali dipendiamo smetterebbero di funzionare? Se le api smettessero di impollinare i nostri alberi da frutta, se la natura non purificasse più l’acqua, se gli alberi arrestassero il processo di assorbimento di CO2, se i batteri smettessero di decomporre i nostri rifiuti e così via? Gli scienziati hanno calcolato che il valore economico di questi servizi forniti gratuitamente dalla natura, in un anno, sono circa pari al totale del PIL mondiale. Se l’ambiente smettesse di fornire questi servizi, l’umanità si troverebbe ad affrontare il collasso delle società così come le conosciamo, perché ci vorrebbe troppo tempo per creare dei sistemi fabbricati dall’uomo in grado di sostituire quelli naturali. [….] Come ho già detto non credo che l’umanità riuscirebbe a cavarsela.”

Sicuramente un piccolo e breve commento ci starebbe, ma lascio a voi le dovute considerazioni.